Hotel Il Perseo, Isola d'Elba, Chiessi Hotel Il Perseo, Isola d'Elba, Chiessi Hotel Il Perseo, Isola d'Elba, Chiessi Hotel Il Perseo, Isola d'Elba, Chiessi

Il nostro hotel all'Isola d'Elba » itinerari trekking




Gli itinerari consigliati

Ai magazzini del Capo
La valle di Pomonte
La via degli eremiti
Il colle San Bartolomeo
La via delle Essenze


Itinerario 1: ai magazzini del Capo

Trekking ElbaQuesto sentiero è stato ripristinato nel mese di maggio 2016 dai volontari del comitato festeggiamenti Chiessi, per recuperare una via che veniva utilizzata dai nostri contadini per raggiungere i terreni coltivati ad orto o vigne.

Si parte dal sentiero lastricato che, dalla pieve del paese di Chiessi, sale a gradoni tra le abitazioni, e si raggiungono in pochi minuti i primi coltivi della valle.
Nel primo tratto occorre seguire il segnavia C.A.I. n. 3, in direzione est, nord-est. Superate le ultime case del vecchio borgo rurale, il paesaggio diventa molto suggestivo: sulla destra (sud), si può ammirare il maestoso colle di San Bartolomeo e sulla sinistra (nord) quello di Campo alle Serre, dominato dal traliccio dell'omonimo semaforo.

A1 bivio si abbandona il sentiero n. 3, che sale sul colle di San Bartolomeo, per proseguire, sempre verso est, su quello che si addentra nella valle.

La pista segue parallela il torrente di fondo valle.

I magazzini ormai in disuso che si incontrano più in alto erano un tempo utilizzati dalle popolazioni locali per una prima lavorazione del vino; uno sguardo veloce al loro interno ci permetterà di riconoscere, anche se ormai resi inutilizzabili dal tempo, alcuni "attrezzi del mestiere", come i palmenti o il caratteristico pondo detto anche sassileva ("sasso a leva"), un curioso masso di granito che, collegato ad una specie di argano, permetteva la spremitura delle vinacce.

Superato il primo magazzino, sulla sinistra (ovest) si trova la deviazione per raggiungerne un secondo, quindi, proseguendo nella medesima direzione, per arrivare al colle del Capo.

Percorso un ampio semicerchio in direzione ovest, si giunge in vista di un poggetto sul quale sono disposte due file di muri a secco delimitanti il bordo dell'antico sentiero. La pista va percorsa lungo il pianoro, per un breve tratto, perchè poco dopo si deve girare a destra e seguire una discesa ad ampie scale nel paesaggio caratteristico dei saltini.

Effettuati alcuni tornanti, il sentiero degrada velocemente verso il fosso dell'Infemetto. Si segue la direzione del fosso per alcuni minuti fino a che, percorrendo un ampio semicerchio, questa volta a sud, la mulattiera si ricongiunge alla valle segnata dal fosso della Gneccarina, nei pressi di una vecchia cava di granito divenuta discarica di materiali inerti. Lentisco, euforbia, rosmarino e mirto sono le essenze dominati in questa ultima frazione dell'itinerario.

Dalla cava di granito una strada carrozzabile che attraversa gli ultimi campi ancora coltivati della valle ci condurrà al paese in pochi minuti.

Il percorcorso si può fare in entrambi i sensi.

Prenotazioni online

Verifica disponibilità, prezzi e prenota

Offerte speciali

PER GLI AMANTI DEL TREKKING
Ripercorrendo le antiche vie dei Pastori
Club Alpino Italiano
Offerta riservata Soci CAI

Contatti

Vuoi prenotare un soggiorno presso il nostro hotel o richiedere informazioni?

Traghetti per l'Elba

Scopri come risparmiare sul costo del traghetto. Agevolazioni e prenotazioni online.

Noleggi all'Elba

Noleggia un'auto, una moto o una mountainbike con uno sconto del 10%. Fai un preventivo.

Tour virtuale

Alla scoperta del nostro hotel e di Chiessi

Mappe trekking Isola d'Elba

Mappa interattiva Mappa interattiva